mercoledì 21 dicembre 2016

Aiuta un amico - progettiamo insieme un fondo di solidarietà


Aiuta un amico, è il progetto che nasce per dare aiuto e speranza alle tante persone colpite da gravi malattie agli organi.
A promuoverlo, l'A.S.D.O Associazione Siciliana Donovita Onlus con la collaborazione di 
Aido Favara; scegliendo come partner la Ecoambiente srl ente preposto al riciclaggio. 
Il progetto vedrà protagonista, oltre alle numerose iniziative, la raccolta differenziata dei Tappi separandoli dalle rispettive bottiglie di Polietilene Tereflatato (PET), va detto dei tappi, che sono realizzati in Polietilene (PE) e richiedono un differente processo di riciclaggio; in questo sta l'impegno delle onlus nel creare prospettive diverse di cure e speranza. 



FONDO DI SOLIDARIETÀ  
Fondo per le persone colpite da gravi malattie agli organi.
Significato e senso del contesto sociale, l'attuale situazione di crisi economica e finanziaria che ha creato anche e soprattutto nel territorio siculo, già martoriato e mortificato da innumerevoli problematiche, un gravissimo disagio ai singoli, alle famiglie e al settore sanitario.
Per questi motivi, il contesto sociale attuale, vede il rapido estendersi delle aree di bisogno, con fasce di popolazione sempre più ampie che scivolano verso condizioni di indigenza, accrescendo il divario tra chi non ha e chi ha; il rapido deteriorarsi del tessuto sociale, che il cittadino e chiamato ad affrontare.
Risulta chiaro, dunque, il contesto di crisi etica, culturale, economica, lavorativa e sociale in cui siamo coinvolti, ma è problematico chiedere o tentare previsioni sulla durata e gravità della stessa, al fine di approntare interventi il meno inadeguati possibili. In questo senso vanno richiamati i principi e il diritto alle cure per ogni individuo, a maggior ragione nella malattia cronica. A volte con conseguenze inevitabile della perdita di lavoro e crisi di identità, svilimento della propria dignità, perdita di contatto con la vita attiva, inutilità, introversione e sofferenza.
Diventa pertanto essenziale promuovere in diversi ambiti una seria riflessione con conseguenti scelte culturali, educative e di solidarietà concreta. Infatti, <<per combattere la povertà iniqua, che opprime tanti uomini e donne e minaccia la pace di tutti, occorre riscoprire la sobrietà e la solidarietà quali valori evangelici e al tempo stesso universali.>>
In concreto, è necessario sostenere ed accompagnare stili di vita più sobri e sostenibili in termini di giustizia e solidarietà, frutto anche di consapevolezza critica sulle cause dell'attuale situazione di bisogni sul territorio, ci ha spinto a prendere iniziative sostanziali per far fronte alle complesse problematiche che si presentano.
Sono state scelte due linee di azione: la prima e più urgente, consiste nel ricercare nuove forme di “sostegno” come nel caso dell’istituzione di un “Fondo di solidarietà” rivolto a chi ha particolare difficoltà; e l’istituzione di “Sostegni di vicinanza” a favore di persone e famiglie in difficoltà economica temporanea in fase di malattia, la seconda e più impegnativa, è quella di costruire nuove opportunità di conoscenza educativa di prevenzione chiedendo la collaborazione di dirigenti e docenti nelle scuole.    

Il Fondo "Aiuta Un'Amico"  progettato da A.S.D.O Associazione Siciliana Donovita Onlus verrà alimentato da più versanti, come raccolte di beneficenza, libere donazione, 5x 1000 da associazioni amiche, lasciti, 
raccolte a uso riciclaggio, e offerte di Piazza. Inoltre sarà possibile anche tramite bonifico bancario grazie alla preziosa collaborazione di Aido Favara, con BANCA PROSSIMA - Banca del gruppo  INTESA SANPAOLO
IBAN IT 80 A033 5901 6001 0000 0103 680 
intestato a: Gruppo Comunale Aido Favara scrivendo la causale Aiuta Un'Amico.

       Foto di repertorio: volontari Aido con i F.lli Vitello della Ecoambiente srl



sabato 17 dicembre 2016

Storie vere - Tutti abbiamo un Angelo, alcuni vivono in noi.

In questo mio racconto vi parlerò di quando incontrai il mio Angelo.


SCENA TRATTA DAL FILM "E LA VITA CONTINUA" IL BAGNINO CHE SALVA UNA VITA.

Lui un giovane uomo all'età di 45 anni, ne avrebbe compiuti 46 tra altri 18 giorni. 
Ma fermiamoci un attimo, vorrei portarvi a due mesi prima; era un caldo giorno di agosto 
del 2012, quando accompagnavo per la prima volta qualcuno all'altare, si il matrimonio 
di Cinzia mia figlia. 


Conoscevamo tutti lo stato della mia salute, ed io come un fantoccio tirato al meglio, 
vestito nuovo e cravatta nascondevo quanto possibile ma il volto mi tradiva, 
come del resto tutti i malati epatici. Come tutti i mesi, in quello successivo Giusy mia moglie, mandò le mie analisi a Udine, centro dove venivo seguito..e la risposta non si fece attendere: 
dovevo presentarmi il prima possibile, un posto letto mi aspettava. Pensate un po, 
ricordo ancora l'assistenza aeroportuale, furono loro a imbarcarmi; ormai non riuscivo 
più a camminare. Passò un mese, i medici avevano preparato il mio corpo per affrontare il trapianto, ero stato inserito in lista d'attesa con la priorità interregionale  (sei regioni del nord). Intanto eccoci a mercoledì 24 ottobre, giorno del mio trapianto quando entrando in sala operatoria, la grande vetrata mi divideva da Giusy, per me iniziava un lungo viaggio entravo nel tunnel senza sapere sè e quando sarei uscito.............fermi perché ritorniamo a quattro giorni prima, dove in un piccolo paesino del pordenonese troviamo Fabio. Aveva destato commozione e cordoglio la notizia della sua morte, era stato ricoverato dopo che nella notte tra sabato e domenica era stato colpito da emorragia cerebrale. Soltanto 24 ore prima di sentirsi male aveva partecipato come cuoco a una serata organizzata dalla Pro loco. 
Fabio, di professione operaio, era anche molto conosciuto nell’ambiente del calcio, lui dava una mano nella cucina del campo sportivo del paese. Fu lunedì che i medici accusarono il loro fallimento, per Fabio non c'era più niente da fare. Fu prima di spegnere le macchine 
che la famiglia decise di donare gli organi di Fabio, così nel suo ultimo gesto d'amore 
Fabio salvò due persone da morte certa e altre due le tolse dalla schiavitù della dialisi. 
Mercoledì 24 ottobre 2012 nelle prime ore del giorno l'Angelo lasciava il suo corpo. 
Ricordate il tunnel, da quel momento insieme lottavamo per la vita, lui sarebbe invecchiato insieme a me ed'io avevo ancora tanto da fare.
........tutto apparve strano, niente aveva un senso e poi tutte quelle luci bianche,  non capivo se fossi in paradino o in rianimanione, poi la sensazione di non poter più gestire il corpo ed il tempo.
Tutto mi fu chiaro con il riconoscimento di un volto amico, solo allora realizzai del trapianto, la memoria cominciò a tornare avevo davanti a me Giusy, piansi tanto, credo che nonostante tutto fossi preoccupato per lei, i ragazzi, la famiglia; sapevo di dover lottare, non potevo abbandonarli avevano ancora bisogno di me. 


Tutto il resto be' se mi avete letto fino a qui conoscerete sicuramente il resto, sto vivendo 
la mia seconda vita senza sciupare un solo attimo, apprezzando la vita con tutte le sue bellezze, divulgando e promuovendo l'amore per essa.


Fu nell'agosto 2014 che ho potuto coronare il mio sogno; conoscendo il mio Angelo Donatore imparando ad amarlo più della mia stessa vita.
Il futuro?  be' insieme abbiamo ancora tanto da fare, io è Fabio. 



venerdì 9 dicembre 2016

Favara celebra la Santa Messa per i Donatori di Organi


Santa Messa per i Donatori di Organi.
Anche quest'anno la Città di Favara celebra la Santa Messa per i Donatori di Organi. 
A darne notizia la segreteria Aido Favara. 



Dopo aver sentito la prima cittadina Sindaco Anna Alba e l'Arciprete Don Giuseppe D'Oriente, domenica 18 dicembre alle ore 10,30 sarà celebrata in Chiesa Madre una 
Santa Messa per ricordare i Donatori di Organi.
Insieme alle Famiglie dei Donatori e all'Associazione Siciliana Donovita Onlus 
(Associazione di trapiantati di organo) dopo la Santa Messa il corteo raggiungerà il 
Giardino dei Donatori della vicina Piazza Cavour, dove sarà deposta una corona di fiori.
Sarà l'occasione per scambiare gli auguri per un sereno Santo Natale.
La cittadinanza e invitata. 



              PARTECIPA ALLA NOSTRA LOTTERIA CON UN SOLO EURO 





venerdì 25 novembre 2016

Waiting for Christmas - L'Aido scende Piazza

 “Waiting for Christmas” ricco cartellone di iniziative per animare le serate ed intrattenere 
i visitatori che oramai da diversi anni trovano nel Centro Storico di Favara e piazza Cavour 
in particolare, il luogo ideale dove trascorrere in compagnia una piacevole serata. 


La Sindaca Anna Alba e l’Amministrazione comunale collaborano e patrocinano l’iniziativa, tutti i commercianti di piazza Cavour con il loro costante impegno a tenere viva la città, nonché il nostro impegno nel  promuovere la donazione nelle serate con lo slogan  “Donazione parliamone oggi”. 


Queste le serate di “live music” - venerdì 2 dicembre con  gli Svitols; il 9 dicembre con 
i SIkania. Musica dal vivo anche sabato 10 dicembre con i Latin Gyps Band. Venerdì 16 
sarà la volta dei Siciliano Sono; il 23 dicembre tocca ai The River Band. Mercoledì 28 dicembre alle ore 18:00 presso la parrocchia di Santi Pietro e Paolo "Insieme per la Donaione" continuerà la serata in Piazza Cavour con  in scena  I Camurria che tireranno 
la volata alla notte di Capodanno per un gran Veglione in piazza il 31 dicembre 
che riserverà grandi sorprese. 


Per i bambini appuntamento domenica 18 dicembre ore 18.30 con lo spettacolo di Luigi Corbino a cura di Kirikù; giovendi 22 dicembre “Natale in danza” a cura di Miriam Mignemi; venerdì 23 animeranno la serata I personaggi di Walt Disney a cura di Tinchitè. 


Infine martedì 27 dicembre, sempre alle ore 18.30, il Fantastico mondo del circo e della magia con Ale & Mary. Inoltre quest’anno sarà presente anche a Favara. Dall’8 dicembre 2016 al 7 gennaio 2017 ben 16 casette in legno che saranno allocate in piazza Cavour e daranno vita al primo mercatino di Natale di Favara. I nostri volontari oltre a raccogliere espressioni di volontà a donare gli organi, regaleranno colorati palloncini e distribuiranno biglietti della lotteria di fine anno con ricchi premi da vincere per un solo euro.




domenica 20 novembre 2016

Progetto scuola - Stili di vita, Prevenzione, Malattie, Legislazioni.

PROGETTO SCUOLA 
Il progetto parte da analisi e opinioni degli studenti agrigentini in merito alla donazione di organi, si interverrà con alcuni percorsi didattici nella scuola secondaria di II grado al fine 
di sensibilizzare i giovani alla cultura della donazione, della prevenzione e della tutela della salute. Per coinvolgere gli studenti come soggetti attivi del percorso si promuoveranno incontri sul tema della donazione degli organi. 


Il progetto si concluderà con incontri finali rivolti a quei ragazzi in cui si sarà sviluppata la consapevolezza della prevenzione, della salute e della donazione degli organi. Il progetto vedrà coinvolti esperti autorevoli della sanità, volontari dell’AIDO, docenti e soggetti che hanno ricevuto un trapianto d’organo.


Il progetto nasce dalla necessità di promuovere una cultura della donazione soprattutto alla luce del calo delle donazioni registrato negli ultimi anni. Sebbene il sistema trapianti abbia raggiunto livelli di eccellenza record su scala Nazionale negli ultimi anni, sia per la qualità dei trapianti effettuati che per condizioni dei pazienti trapiantati, eppure c’è ancora scetticismo, diffidenza, poca conoscenza della donazione e scarsa volontà politica regionale di incremento sanitario.


La Sicilia tutt'ora è una delle regioni che vanta un numero sempre minore di prelievo alle donazioni. I giovani conoscono poco la realtà dei trapianti e della donazione di organi, 
non solo,  mancano di interesse verso questi argomenti, ma spesso sono disinformati 
o nutrono dei pregiudizi in proposito, come emerge dalle molteplici esperienze a contatto 
con le scuole superiori.
Per questo il progetto intende portare a conoscenza della cittadinanza il lavoro svolto dall’associazione, diffondendo una cultura della donazione degli organi e sensibilizzando, con particolare attenzione, i giovani delle scuole secondarie ad una consapevole gestione delle propria vita  al fine di prevenire le malattie e diminuire il fabbisogno di organi.
Illustreremo le leggi in vigore in Italia, la situazione legislativa ed i vari aspetti legati alla donazione degli organi, ma anche la promozione di stili di vita sani che prevengono l’insorgere delle malattie.

In accordo con le scuole coinvolte nel progetto gli interventi saranno realizzati con 
le classi quinte che abbiano già preso conoscenza del tema negli anni precedenti all'anno scolastico 2016/17. 


sabato 19 novembre 2016

Il valore della Donazione degli Organi a Canicattì con l'AISFA

 Si è svolta oggi a Canicattì la conferenza sul tema "Il valore della Donazioni degli Organi". 


                  INTERVENTI PRIMA E DOPO LA VISIONE DEL VIDEO "E la vita continua"

Ad ospitare l'evento, organizzato dall'Associazione Italiana Informatori Scientifici del Farmaco e patrocinato dal Comune, il suggestivo Teatro Sociale della città. 
A dare i saluti di rito nonché la disponibilità per un futuro aperto al delicato tema, 
il Sindaco Ettore Di Ventura. 


Hanno preso parte ai lavori l'Assessore alla Salute Enzo Di Natali, e in seguito gli interventi della Polizia Municipale e della Croce Rossa con Alfonso Lo Zito. 
Presenti per l'A.I.D.O. una delegazione Provinciale,  con gli interventi di Vincenzo Vella 
che ha portato i saluti della Presidente Enza Adonnino (coordinatrice provinciale), 
Salvatore Urso con la sua testimonianza di Trapiantato di organo e Rino Bancheri 
con Gabriella Giarratana referenti per Canicattì. Non poteva mancare con la presenza di Diego La Vecchia per l'Ordine dei medici di Agrigento e di Sandro Ficarra con Rosanna Messana per AISFA, che hanno voluto ricordare e dedicare l'evento al collega 
Maurizio Vullo (donatore di organo) Presenti inoltre l'AVDS. 
A movimentare la giornata con balletti e mimi, i ragazzi delle scuole di Canicattì;
 Rapisardi, Verga, Giangitano, Ugo Fosolo e Galileo Galilei.


Raccolte inoltre nell'entrone del teatro dove è stato allestito un tavolo dell'aido più di venti adesioni che sommate alle raccolte della settimana precedente hanno raggiunto circa 100 espressioni di volontà alla donazione degli organi in un solo mese.
Complimenti all'Arltruismo dimostrato. 









sabato 5 novembre 2016

Insieme per la Donazione - mercoledì 28 dicembre 2016


Insieme per la Donazione, è l'evento che vedrà le associazioni presenti sul territorio uniti con un unico messaggio "LA DONAZIONE"
Mercoledì 28 Dicembre dalle ore 18:00 presso la parrocchia San Pietro e Paolo, ad ospitare i partecipanti con la sua benedizione in un momento di condivisione  Don Marco Damanti, nuovo parroco.


Sarà l'occasione per scambiarci gli auguri e stare in compagnia. 
Questo lo slogan che appare sulla locandina, insieme a ciò che i partecipanti troveranno; panini, stuzzichini, dolci, panettoni, spumante e dell'ottimo vino. A tenere la serata sveglia in armonia, i ragazzi del nuovo gruppo musicale FREE TO FLY (liberi di volare) gruppo messo insieme da Antonio Quaranta, Marisa Chiapparo, Pierina Cuschera e Gaetano Giglia.


Balletti e canti presentati dagli allievi dell'Associazione Culturale AR TE MU DA, curati da Jessica Chiapparo, Carmelo Capodici e Gaspare Broccia.


La serata vedrà ospiti inoltre i ragazzi dell'associazione sportiva di pattinaggio ASD GRIFONI CONCORDIA  con il loro Presidente Salvatore D'Oro prima della loro partenza, che li vedrà in giro per l'Italia.


Partecipano con produzione propria gli artigiani:
Punto Caldo Cicchiddu, La Buca San Francesco, Panificio D'Oro, Panificio Cannizzaro, Panificio San Pio, Sfizi di Pane e Pizze, Panificio Bellavia, Boutique del Pane, Panificio 
San Giuseppe e Maria, Panificio Farini via Capello, Pasticceria Plicato , Bar Itria, Pasticceria Caprice, Pasticceria Bar Cavour, Pasticceria Il Pasticcino, Pasticceria Pasta Reale D'Anna Michele, Pasticceria Fratelli Arnone, Cocktail Bar di Stuto Gerlando, Caseificio Nobile, Frutta e Verdura Quaranta e Azienda vinicola Monreale 


Si concluderà la serata con il sorteggio della lotteria aido, dove si vincerà un TV 42 pollici omaggiato da ELETTRODOMESTICI VELLA, occhiali da sole offerti da OTTICA MELI, trapano avvitatore offerto da PATTI FERRAMENTA, non poteva mancare per addolcire la serata una dolce Cassata siciliana offerta dai Fratelli Milioto BAR ITRIA.